La seduzione attraverso il pop-mediatico

Gli artisti usano il pennello come Ilona usa la sua…“. Parola di Jeff Koons. Che dell’esuberante pornodiva ungherese amò quel mix tra trasgressione e modi naif, un po’ da bambina: tanto spregiudicata quando a suo agio nella dimensione della nudità e della sessualità ostentata, come se fosse la cosa più naturale del mondo. Ilona come musa, materia grezza nella mani del Principe del Pop, con cui tirar fuori, alla fine degli anni Ottanta, una serie di opere dal itolo “Made in Heaven”: lui e lei, protagonisti di dipinti, foto e sculture, nell’estasi del sesso e nella leggerezza del gioco erotico.

Jeff Koons

Jeff Koons

Continua a leggere

L’erotismo di massa

L’opera di Jones si basa sullo studio del rapporto tra l’uomo, il sesso e l’erotismo, perché “un argomento più democratico non esiste”. L’artista si contraddistingue sin dai suoi esordi da un atteggiamento provocatorio, proprio della pop art britannica, che si concretizza nello studio del corpo femminile e dell’erotismo come fenomeno di massa. La sua è una donna vista con gli occhi di un uomo, esplorata in tutte le diverse forme di feticismo fino a diventare un feticcio da arredo sado-maso. Ma la sua non è una provocazione fine a se stessa, così come non è il porno ad essere la sua fonte di ispirazione: Jones guarda al mondo delle Pin-up, Playboy e i pulp comics. “L‘erotismo trascende le barriere cerebrali e richiede una reazione emotiva”.

Allen Jones

p Allen Jones

Continua a leggere

La natura umana

Noto soprattutto per le sculture incentrate sulla figura umana, Willy Verginer ha intrapreso un nuovo percorso, un filone di ricerca che con radicalità indaga la relazione tra uomo, natura e sculturain una giostra dal sapore onirico, ma allo stesso tempo dalla salda personalità visiva e concettuale. Elementi naturali, edifici e alberi che entrano in relazioni inattese eppure radicate in quella comune matrice costituita dall’inscindibile legame con la Terra e con l’essere umano, visivamente omesso, ma segreto protagonista di ogni elemento. Così Willy Verginer viene presentato nell’intervista di Silvia Conta sul nostro Espoarte #85.

willy verginer

Continua a leggere

Passione umana

Carole A. Feuerman è una scultrice superrealista che realizza figure umane talmente “vive” da dare l’impressione che respirino. Per le sue opere, utilizza un calco in gesso, partendo dal quale successivamente realizza una copia di resina che cesella arricchendola di minuziosi dettagli, per poi dipingerla, copia che diventa infine l’opera vera e propria con vene, efelidi, lentiggini e capelli impiantati uno a uno. È nota in particolare per le sue figure legate all’acqua, bagnanti e nuotatrici frammentate che nascono da esperienze profondamente vissute dall’artista in senso fisico ed emotivo.

Carol Feurman

Carol Feurman

Continua a leggere

Una forte emozione

Corpi intrappolati da cui si percepisce forte emozione, sete di ribellione, desiderio spasmodico di liberarsi, uscire, sentirsi liberi.
L’eccellente tecnica e la scelta di tematiche responsabili di forti contagi emotivi, fanno di Matteo Pugliese, giovane scultore della scena artistica internazionale nato a Milano nel 1969, un artista completo e riconosciuto in tutto il mondo. 

Matteo Pugliese

Matteo Pugliese

Continua a leggere

“Revolution Bleue e Époque pneumatique” Yves Klein, “Il cielo e la terra sono fusi nell’analogia dell’arte che avvia la sensazione a comporsi nella sfera dell’intelligibile e tende a quell’ultima perfezione in cui il contemplante scorge tutte le cose rispecchiate in se stesso.” Ananda K. Coomaraswamy

Un «Niente che afferma il Tutto Possibile»: questo era per Yves Klein il colore blu. Un blu che «domina, comanda, vive… un Blu-Signore, padrone assoluto della più definitiva tra le frontiere liberate, il blu degli affreschi di Assisi…». Leggendo queste dichiarazioni, espresse nel novembre del 1956, capiamo perché il pittore francese che ha rivoluzionato la scena artistica degli anni Sessanta è passato alla storia per quei monocromi color cielo, divenuti quasi un marchio di fabbrica.

yves klein1

Nike di Samotracia in blu di Yves klein

Continua a leggere